Come negoziare un contratto internazionale. Le lettere di intenti


Gratuito

6 minuti

La prassi dei contratti internazionali si ispira ai precedenti estrapolati dall’ esperienza anglosassone che ha ampiamente influenzato le attitudini dei contraenti appartenenti a giurisdizioni diverse da quelle di common law, ad esempio inducendoli a scambiarsi, sin dall' inizio delle trattative, alcuni documenti finalizzati a "fissare" i diversi punti discussi ed i relativi progressi raggiunti dalle parti.
Tali documenti del tutto prodromici alla conclusione del contratto, operativi e strumentali rispetto alla prosecuzione delle trattative, possono assumere la denominazione di “lettere di intenti” "heads of agreements", "memorandum of understanding", "protocol d'accord".
Proprio allo scopo di effettuare una corretta valutazione della portata di tali documenti preliminari si dovrà considerare soprattutto il contenuto degli stessi e non tanto invece il nomen iuris prescelto dalle parti. Ma che portata hanno tali documenti o meglio fino a che punto essi possono ritenersi vincolanti per i contraenti?
Scopriamolo insieme in questa unità in cui verranno trattate le principali tecniche di redazione di un international commercial contract di derivazione anglosassone. In particolare, nell'unità viene esplorata la definizione della lettera di intenti e la sua collocazione nella delicata fase delle trattative fra partners commerciali internazionali. 

RISULTATI ATTESI

Le competenze che potrai acquisire con questa unità

Competenza 1
Saper usare le principali tecniche redazionali di un commercial contract.
Competenza 2
Saper comprendere quali sono le clausole da inserire nella negoziazione di un contratto con un Partner estero.

DOCENTI

SIMONA PICCIONI, Docente Faculty ICE

Avvocato, giurista e consulente d'Impresa in materia di International Trade Law, Contract Law , Fashion Law.

Docente universitaria, da 14 anni presso la Sapienza di Roma e l'Università Federico II di Napoli, e da 2 anni presso l'Università di Mediazione Linguistica Unicollege di Firenze (cattedre di Diritto UE, Elementi del Commercio Internazionale e Laboratorio di English for Fashion). 

Da 22 anni accompagna e supporta le imprese italiane nel delicato processo di internazionalizzazione; sono sue cliento PMI e spa quotate in borsa, come Honda Spa, Brioni Spa, De Cecco Spa, L-Foundry Spa, Selina Spa, Focus Pull spa, Slam Jam Srl, Kimbo spa e molte altre. Le sue attività comprendono la redazione di contratti commerciali internazionali in legal english, linguaggio tecnico giuridico di settore, con un focus particolare su aspetti giuridico-internazionalistici, di diritto societario e diritto del lavoro transnazionale, nonchè linguistici.

Tiene seminari e Convegni, anche in lingua inglese, presso diverse strutture camerali e sedi Confindustriali territoriali in tutta Italia. 

E' pubblicista, autrice e coautrice di diversi volumi, in tema di Contratto di Rete (Maggioli Editore, “Il Business Collaborativo"), Contratti internazionali e Legal English (CCIAA Ascoli, Massa Carrara, L'Aquila , Genova ed altre) "La Tutela internazionale del Credito" e “Guida al Commercio con l'Estero"; dal 2010 scrive articoli per "International Trade", rivista di settore edito dalla CCIAA di Ravenna. 

E' anche linguista certificata livello C2 in lingua inglese e francese.

INFO AGGIUNTIVE


Questo contenuto formativo è adeguato ai seguenti profili aziendali:

STARTER

FROM NATIONAL TO INTERNATIONAL
Racchiude le aziende che non hanno ancora espresso, in modo proficuo, la propria potenzialità verso i mercati esteri.

REINFORCEMENT

INTERNATIONAL IMPROVEMENT
Include le aziende che non vogliono accontentarsi dei risultati ottenuti e vogliono sondare approcci di potenziamento del proprio business internazionale

EXPANSION

INTERNATIONAL GROWTH
Contempla le aziende esperte di internazionalizzazione e interessate a sviluppare forme di presenza stabile nei mercati target.